Azienda Agricola Clarabella

Palagiano (TA)



clarabella 1.jpg


Parla un coscienzioso agricoltore, Antonio: "Con l’aiuto di mia moglie e dei miei 2 figli, porto avanti questa passione/missione per l’uva da tavola, che man mano si è orientata verso la coltivazione di quella senza semi, che piace tanto ai bambini (in questo bisogna cogliere la ricerca della salubrità, che, d’altro canto, riporta anche quei sapori sublimi cancellati oggi dall’uso smodato di concimi ed ormoni di sintesi). Così il palato torna, inconsciamente, a cercare il sapore di quei chicchi che ha mangiato, e non altri. Tanti anni fa non ci credevo neanche io, ma é proprio vero che dando la migliore sostanza organica al terreno (ormai non puoi neanche pensar più al letame che, se proviene da allevamenti intensivi, a causa dell’uso di mangimi OGM e di antibiotici, é sterile se non dannoso) e utilizzando per i trattamenti estratti di ortica, aglio, olio di semi di pompelmo, soia e bacilli vari, si ritrovano sapori dimenticati e si ha di nuovo voglia di mangiar frutta, e non insulse fibre erbacee colorate!(la cosiddetta frutta “ormonata”). So di dilungarmi troppo, come mi dice sempre mia moglie, ma posso farci poco: io dico a tutti che conosco tutte le mie piante di vite, una per una, e se si fa un taglio ad una di loro esce del mio sangue.



Non ci sono prodotti per questo produttore.

PARLANO DI NOI

Gambero Rosso Gazzetta del Mezzogiorno Leccesette LineaVerde Quotidiano di Puglia - Lecce Rai 1 Fruitbook Magazine
Top